Quantcast

Challenger Demon Elettrica, quando Dodge prova a battere Tesla

Challenger Demon Elettrica, quando Dodge prova a battere Tesla

La gara di accelerazione da 0 a 100 Km/h aveva visto primeggiare dal 2017 la Dodge Challenger SRT Demon ma tale primato ha dovuto arrendersi alla Model S-Plaid di Tesla, elettrica che batte la termica raggiungendo i 100 Km/h in 1,99”. Dodge, però, non è rimasta con le mani in mano e si è lanciata nella creazione della versione elettrica del suo bolide SRT, ovvero la Challenger Demon.

La versione E di SRT Demon, ambiziosa e potente

Stando all’indiscrezione del magazine statunitense Detroit Bureau, il gruppo Stellantis vorrebbe puntare nuovamente su un modello elettrico per ridare verve al mercato Dodge e, come anticipato prima, spodestare l’ultima creazione di Elon Musk.

Dopo l’enorme successo di Ford Mustang Mach-E e Jeep Wrangler 4xe, adesso toccherebbe alla Challenger Demon di Dodge, un’elettrica decisamente più potente rispetto alle “amiche” Stellantis che tenterà un’innovativa installazione di batterie a zero emissioni, soluzione che in America è stata accolta con entusiasmo.

Malgrado ancora in fase embrionale, visti i presupposti e l’ambizione di casa Dodge la versione E della gloriosa Challenger SRT Demon potrebbe divenire l’Elettrica più potente al mondo.

Probabile abolizione del motore Hellcat

I modelli Challenger dalle performance più imponenti hanno sinora montato dei motori Hellcat ma Dodge pare voglia abbandonare questa strada, scegliendo un “cuore” diverso per i propri bolidi futuri, compresa l’Elettrica Demon.

Sebbene si tratti di voci al momento non ufficiali, il gruppo Stellantis che, oltre a Dodge, comprende, tra le altre, anche Peugeot, Citroen, Abarth, Opel e Lancia potrebbero beneficiare nel prossimo futuro della tecnologia sviluppata dagli ingegneri del team di SRT.

La decisione nascerà probabilmente dalle leggi vigenti, che col tempo diverranno più stringenti, in materia di lotta all’inquinamento globale che obbligano le case automobilistiche a virare sulla creazione di auto ibride o ancor meglio elettriche.

Il Gruppo FCA, quindi, tenderà a guadagnare crediti Green strizzando l’occhio alla naturale evoluzione ambientalistica con la quale anche il mondo dei motori sta facendo e dovrà fare i conti.

 

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/vecchia-auto-dodge-anteriore-retr%c3%b2-1245734/

 

tag:
Superiore