Quantcast

BMW M3 Touring: la station wagon sportiva da 510 cavalli

BMW M3 Touring: la station wagon sportiva da 510 cavalli

Sarà esposta al Goodwood Festival of Speed 2022 la nuova BMW M3 Touring, la versione station wagon della sportiva M3. E’ la prima volta che la casa tedesca introduce la variante Touring M nella gamma Serie 3. Per vederla su strada bisognerà attendere ancora un po’. La produzione partirà infatti a novembre anche se si potrà ordinare già da settembre 2022. Intanto scopriamone insieme le caratteristiche.

BMW M3 Touring: dimensioni, design e interni

Rispetto alla Serie 3 Touring, la BMW M3 Touring è più lunga di 85 millimetri, raggiunge infatti una lunghezza di 4.794 mm, ed è più larga di 76 millimetri (1.903 mm). Riguardo all’altezza, è invece più bassa di 4 mm (1.436 mm). Il passo è di 2.857 mm. Il bagagliaio ha una capacità di 500 litri che può salire a 1.510 litri abbattendo gli schienali dei sedili posteriori. E’ disponibile un unico allestimento, quello Competition.

Il look della nuova BMW M3 Touring è da vera sportiva. Il frontale riprende quello della M3 berlina, quindi è dominato dal nuovo doppio rene XL. Risaltano poi il paraurti dotato di grandi prese d’aria specifiche, le minigonne, i passaruota allargati, un ampio estrattore posteriore e un uno spoiler sul portellone. Sul lato posteriore spiccano 4 grandi terminali di scarico.

La nuova BMW M3 Touring è equipaggiata con cerchi in lega da 19 pollici davanti e da 20 pollici dietro, con pneumatici ad alte prestazioni (da 275/35 ZR19 e 285/30 ZR20), e dispone di un impianto frenante M Compound. Su richiesta è possibile avere un impianto carboceramico. E’ inoltre dotata di sospensioni sportive e differenziale Active M.

Di serie sono i nuovi fari full-LED con luce emanata da fibra ottica. Si possono richiedere anche i BMW Laserlight che offrono una portata di luce fino a 550 metri e riescono ad adattare il loro fascio luminoso in funzione della velocità e dell’angolo di sterzata.

Le colorazioni disponibili sono varie. Due sono quelle a tinta unita e sei quelle metallizzate. A prescindere dalla tonalità scelta, di serie è previsto un tetto nero lucido a contrasto – che può comunque essere richiesto nello stesso colore della carrozzeria -, così come i mancorrenti e lo spoiler posteriore. Scegliendo il pacchetto M Carbon si possono avere il tetto, le prese d’aria anteriori, l’estrattore posteriore e la calotte specchi retrovisori in carbonio.

Per quanto riguarda gli interni, invece, si notano differenze rispetto alla M3 berlina, in quanto la Touring adotta le soluzioni viste all’interno del restyling della Serie 3. Nell’abitacolo troviamo i sedili M Sport rivestiti in pelle Merino, ma in alternativa si possono avere i sedili M Carbon Bucket. Sportivo è anche il volante.

Salta all’occhio il gruppo di schermi comprendente un quadro strumenti digitale da 12,3 pollici e il display centrale del sistema di infotainment da 14,9 pollici basato sulla nuova piattaforma iDrive 8 con sistema operativo BMW 8. Il sistema infotainment dispone anche di funzioni e di una grafica specifiche per questo modello.

Specifiche tecniche

La BMW M3 Touring è realizzata a partire dalla M3 Competition da 510 CV; è dunque dotata del motore 6 cilindri in linea biturbo di 3 litri di cilindrata della M3 berlina Competition e sviluppa ben 510 CV (375 kW) con 650 Nm di coppia. Il cambio è un automatico a otto marce M Steptronic. Di serie la trazione integrale M xDrive, l’M Drive Professional, l’M Drift Analyzer e l’M Laptimer specifici per l’utilizzo in pista. La station wagon sportiva della casa di Monaco di Baviera passa da 0 a 100 km/h in appena 3,6 secondi e raggiunge una velocità massima, limitata elettronicamente, di 250 km/h. Se si sceglie il pacchetto M Driver, però, la velocità di punta viene portata a 280 km/h.

Tre sono le modalità di guida a disposizione, selezionabili sulla console centrale tramite il pulsante M Mode: Road, Sport e Track. Sulla console c’è anche il pulsante “Setup” attraverso il quale è possibile accedere direttamente alle impostazioni relative alla risposta del motore, sterzo, ammortizzatori e impianto frenante.

In modalità Sport, disattivando del tutto il DSC (Dynamic Stability Control), la M3 Touring si trasforma in una sportiva dotata della sola trazione posteriore per esaltare ulteriormente il piacere di guida.

Sul fronte sicurezza, sono di serie, tra le altre cose, l’avviso anticollisione e l’avviso per il mantenimento di corsia. E possibile poi richiedere il Driving Assistant Professional che comprende il mantenimento di corsia attivo, il cruise control adattativo con funzione Stop&Go, il riconoscimento dei segnali stradali e il sistema Parking Assistant.

 

[fonte immagine: https://www.facebook.com/BMW/photos/pcb.10160735612947269/10160735611747269]

 

 

Superiore