Quantcast

Alfa Romeo Giulia EV, nel 2026 la prima elettrica della casa del Biscione

Alfa Romeo Giulia EV, nel 2026 la prima elettrica della casa del Biscione

Sono sempre piú numerose le case automobilistiche che, per adattarsi al mercato, si stanno innovando e aprendo alle auto elettrificate. Alfa Romeo non è da meno. La Casa del Biscione sta mettendo a punto il suo piano per diventare un’azienda di auto completamente elettriche entro il 2027 e ha annunciato che ad aprire questa fase di transizione verso l’elettrico sarà Alfa Romeo Giulia, che diventerà una EV al 100 per cento. Un passaggio necessario dato che il Gruppo Stellantis, a cui il marchio appartiene, ha deciso di convertirsi totalmente all’elettrico, anche per adeguarsi al divieto di vendita delle auto benzina e diesel a partire dal 2035, imposto dalla Comunità Europa.

Alfa Romeo Giulia EV, la prima elettrica del marchio italiano

Il futuro della mobilità è rappresentato dalle auto elettriche. È per questo che anche Alfa Romeo si adeguerà producendo vetture elettriche, a partire da un’auto già del marchio che verrà elettrificato al 100%, ovvero la Alfa Romeo Giulia. A confermare la notizia è stato il CEO del marchio di Arese, Jean-Philippe Imparato, in occasione del lancio della nuova Alfa Romeo Tonale. La “conversione” della berlina sarebbe programmata per il 2026, esattamente dieci anni dopo l’arrivo sul mercato della prima serie di Giulia.

Secondo quanto ha lasciato intendere Imparato, prima di un passaggio all’elettrificazione completa, la casa del Biscione presenterà un’ultima versione mild hybrid della Giulia equipaggiata con le nuove tecnologie presenti sulla Alfa Romeo Tonale. Dal 2027, poi, la Giulia verrà proposta in versione elettrica.

Giulia EV, come sarà

Stando alle indiscrezioni, l’Alfa Romeo Giulia in versione elettrica verrà progettata per raggiungere livelli di autonomia superiori all’attuale media delle competitors. La Giulia potrebbe infatti nascere sulla piattaforma STLA Large di Stellantis, ovvero con batterie dalla capacità collocabile tra i 101 e 118 kWh, le quali potrebbero garantire un’autonomia fino a “500 miglia”, ossia 800 km.

Imparato prevede una ricarica in 20 minuti, possibile con un sistema di alimentazione da 800 Volt. Si presume quindi che la Giulia EV sia in grado di arrivare a sviluppare una potenza abbondantemente superiore ai 400 cavalli. L’unità è abbinabile alla trazione 4×2 o 4×4 con un propulsore su ogni asse.

Dal punto di vista della linea, l’Alfa Romeo Giulia presenterà notevoli modifiche. Essa prenderà in prestito dalla Tonale il frontale così come le luci al retro e la connettività.

La futura Alfa Romeo Giulia EV sarà una berlina delle stesse dimensioni dell’attuale modello e punterà sulle performance e sulla grande autonomia. In merito al peso, il Ceo Imparato ha dichiarato: “Anche con una tonnellata di batteria alle spalle, voglio trasmettere un’idea di leggerezza”.

 

[fonte immagine: https://www.alfaromeo.it/modelli/giulia]

 

Superiore