Quantcast

PowerCo, la società del Gruppo Volkswagen che produrrà batterie

PowerCo, la società del Gruppo Volkswagen che produrrà batterie

Volkswagen ha lanciato PowerCo, la nuova società responsabile del business delle batterie per tutti i marchi del Gruppo. Contemporaneamente, la casa automobilistica ha celebrato la posa della prima pietra del suo primo centro di produzione di celle di batterie in Europa. Il colosso tedesco ambisce a diventare il più grande produttore di auto elettriche entro il 2025.

Volkswagen sfida Tesla e lancia la nuova società PowerCo

Lo scorso 8 luglio a Salzigitter, nella Bassa Sassonia, alla presenza del Cancelliere tedesco Olaf Sholz e del Presidente della Bassa Sassonia Stephan Weil, nonché degli operai del polo di Salzgitter, il gruppo Volkswagen ha lanciato la nuova società PowerCo e dato il via ai lavori di costruzione della sua prima fabbrica per la produzione di celle di batterie per auto elettriche, che sorgerà su un terreno “grande quanto 30 campi da calcio”, come spiegato durante la presentazione.

Si tratta del primo dei sei centri produttivi che il colosso tedesco intende aprire entro il 2030 per fare concorrenza alla Tesla di Elon Musk nel Brandeburgo. Dopo Salzgitter, una nuova fabbrica per la produzione di batterie sarà costruita a Valencia. Al momento sono in fase di definizione e identificazione in Europa altre tre location per la realizzazione di altrettanti siti produttivi. Pare che si stia valutando anche la realizzazione di ulteriori gigafactory nel Nord America.

Il progetto è stato definito “una pietra miliare” dal ceo Herbert Diess: “Il business delle batterie è una delle pietre miliari della nostra strategia New Auto, che farà di Volkswagen il leader della mobilità sostenibile basata sui software di domani. Dare vita alla nostra fabbrica di celle è un grande progetto, in termini tecnici ed economici. Dimostra che stiamo portando in Germania la tecnologia all’avanguardia per il futuro”, ha detto il ceo del Gruppo. “Volkswagen dirigerà l’offensiva mondiale delle batterie”, ha aggiunto.

La casa automobilistica tedesca investirà 20 miliardi di euro per la costruzione della sede. Si prevede che la nuova gigafactory del Gruppo Volkswagen possa generare un fatturato di 20 miliardi di euro l’anno entro il 2030. L’impianto dovrebbe esser in grado di produrre batterie per una capacità annua di 40 GWh, sufficienti per 500.000 veicoli elettrici.

Previste 20.000 assunzioni

La casa automobilistica tedesca fa sapere che nel breve periodo sono previste 5000 assunzioni, nel medio, invece, si intende arrivare a 20 mila impiegati.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz chiede però che i posti di lavoro restino in Europa: “I posti di lavoro devono restare in Europa. Vogliamo che la produzione di batterie elettriche avvenga qui in Europa, qui in Germania, e qui a Salzgitter”, ha detto, ribadendo che “la Germania vuole 15 milioni di elettro-auto in circolazione entro il 2030”.

PowerCo, la nuova società del Gruppo Volkswagen responsabile del business delle batterie

La responsabilità della produzione –  che inizierà nel 2025 – e della gestione dell’intero business legato alle batterie per auto elettriche, passa alla nuova società del Gruppo, la “PowerCo“, che avrà proprio a Salzgitter il quartier generale. Oltre alla produzione di celle di batterie e componenti di auto elettriche a livello globale, la PowerCo si occuperà anche dello sviluppo della tecnologia delle celle, dell’integrazione verticale della catena di valori e dell’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature. Alla guida della società ci sarà il CEO Frank Blome e i Membri del Consiglio di Amministrazione Sebastian Wolf (Chief Operations Officer), Kai Alexander Müller (Chief Financial Officer), Soonho Ahn (Chief Technology Officer), Jörg Teichmann (Chief Purchasing Officer) e Sebastian Krapoth (Chief Human Resources Officer).

L’obiettivo è far diventare la fabbrica di Salzgitter un modello per le future fabbriche dedicate alla produzione di celle in Europa e fissare nuovi standard in termini di sostenibilità e innovazione. “Ciò che abbiamo testato milioni di volte con piattaforme modulari per veicoli, come la MQB e la MEB, sarà anche la base per avviare la produzione di celle: standardizzeremo sulla base delle regole europee e produrremo su larga scala. Così combineremo velocità e ottimizzazione dei costi con i più elevati livelli qualitativi” ha spiegato il CEO di PowerCo Frank Blome. La standardizzazione interesserà le attrezzature, gli edifici e le infrastrutture, ma anche i prodotti, i processi e l’IT. Ogni fabbrica sarà alimentata esclusivamente da elettricità prodotta da fonti rinnovabili e sarà progettata nell’ottica del riciclo a circuito chiuso. Il centro di produzione di Salzgitter avrà infatti un centro di riciclo che permetterà a regime di recuperare tutti i materiali più preziosi dalle batterie “esauste” da riutilizzare come materie prime per la produzione di nuove celle.

 

[fonte immagine: https://www.volkswagengroup.it/it/media/comunicati-stampa/posata-la-prima-pietra-a-salzgitter-con-powerco-il-gruppo-volkswagen-entra-nel-business-globale-delle-batterie]

Superiore