Quantcast

BMW, svelata la M Hybrid V8 LMDh

BMW, svelata la M Hybrid V8 LMDh

Svelata la BMW M Hybrid V8, il prototipo dell’hypercar della casa di Monaco di Baviera che prenderà parte alla stagione 2023 del campionato IMSA nella categoria LMDh. Il debutto della vettura è previsto a Daytona. Scopriamo insieme le sue caratteristiche.

BMW M Hybrid V8 LMDh, design

Alla vigilia della 24 Ore di Le Mans in programma nel fine settimana dell’11 e del 12 giugno, Bmw ha presentato il prototipo della M Hybrid V8, vettura che sarà impiegata anche nel FIA World Endurance Championship e dunque alla Le Mans 2023.

La livrea dell’hypercar presentata dalla casa di Monaco di Baviera è ancora camuffata. Non se ne scorgono le forme, ma essa si ispira ai modelli del passato: la 3.0 CSL del 1976, la M1/C del 1981, la 320i Turbo del 1978, la GTP del 1986, la M3 E36, la Z4 GTLM e la M8 GTE. La carrozzeria è curata dal Bmw Group Designworks e celebra la storia della divisione M Motorsport nei campionati nordamericani.

Salta subito all’occhio la calandra a doppio rene, simbolo distintivo del marchio tedesco, ma anche il logo M per il 50esimo anniversario del marchio della divisione sportiva della casa bavarese.

“Il compito più impegnativo per il nostro team di design era far sì che il prototipo fosse immediatamente riconoscibile come una vettura del reparto M Motorsport. Posso confermare che la M Hybrid V8 incarna tutte le caratteristiche del marchio. La livrea mimetica è un omaggio alla grande storia BMW nel Nord America, celebra i cinquant’anni della sigla M ricordando le auto più celebri che hanno preso parte all’IMSA”, ha dichiarato Franciscus van Meek, AD di BMW M GmbH.

Non si tratta della livrea definitiva che si vedrà nelle gare del 2023, ma di quella scelta per i test in programma nei prossimi mesi.

Specifiche tecniche

La casa tedesca non ha fornito dettagli sul powertrain. La Bmw M Hybrid V8, prodotta a partire dal telaio Dallara LMP2, dovrebbe tuttavia quasi sicuramente essere spinta dal motore turbo V8 (come si intuisce dal nome) da 4 litri, derivato dall’unita P66 utilizzata per le vetture del DTM, e disporre della trazione posteriore. Ad ogni modo, la categoria LMDh prevede un sistema ibrido con potenza complessiva massima di 500 kW pari a 680 CV, con l’unità elettrica che può entrare in funzione solo a velocità superiori di 120 kmh.

Per quanto riguarda il peso, quello previsto dalle regole della categoria LMDh è pari a 1.030 kg.

 

[fonte immagine:https://www.facebook.com/BMW.M/photos/a.346180195419017/5069280126442310]

Superiore