Quantcast

Adesivi sulle auto: cosa dice il Codice della Strada

Adesivi sulle auto: cosa dice il Codice della Strada

Gli adesivi sulle automobili sono abbastanza diffusi, ma sono consentiti? Nell’articolo vediamo brevemente cosa dice il Codice della Strada

Spesso vediamo automobili con una serie di adesivi sui vetri, sulla targa o sulla carrozzeria, ma cosa dice il Codice della Strada in merito? Si possono applicare o si va in contro a sanzioni? cerchiamo di fare chiarezza.

I più comuni sono quelli che riportano la scritta “Bebè a bordo” sul lunotto posteriore, ma spesso vediamo anche marchi pubblicitari o personaggi di fumetti. In generale gli adesivi si possono applicare un po’ ovunque, purchè essi non intralcino la visuale del guidatore e non creino confusione sulla precisa identificazione del veicolo. Tuttavia, il Codice della Strada regolamenta in maniera specifica l’applicazione degli adesivi sulle targhe e quelli che hanno scopo pubblicitario.

Il CdS dice all’articolo 100 che “sugli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi è vietato apporre iscrizioni, distintivi o sigle che possano creare equivoco nella identificazione del veicolo“. Inoltre, è pratica diffusa applicare degli adesivi sulla targa per far in modo che gli autovelox non riescano a risalire al proprietario. In questo caso, il CdS parla chiaro: “chiunque falsifica, manomette o altera targhe automobilistiche ovvero usa targhe manomesse, falsificate o alterate è punito ai sensi del Codice penale“. Se nel primo caso si rischiano sanzioni da 26 a 102 euro, nel secondo si commette un reato particolarmente grave.

Invece, per quanto riguarda gli adesivi pubblicitari il Codice della Strada, all’articolo 23 dice che “è vietata l’apposizione di scritte o insegne pubblicitarie luminose sui veicoli. È consentita quella di scritte o insegne pubblicitarie rifrangenti nei limiti e alle condizioni stabiliti dal regolamento, purché sia escluso ogni rischio di abbagliamento o di distrazione dell’attenzione nella guida per i conducenti degli altri veicoli”. Al comma 8 specifica che “è parimenti vietata la pubblicità, relativa ai veicoli sotto qualsiasi forma, che abbia un contenuto, significato o fine in contrasto con le norme di comportamento previste dal Codice della Strada”.

Infine, se gli adesivi pubblicitari sono destinati ad uno scopo commerciale, allora sarà necessario valutare le regole Comunali ed eventualmente chiedere le specifiche autorizzazioni e pagare l’Imposta Comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni.

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/retroilluminazione-auto-veicolo-851740/

Superiore